x Come molti siti, utiliziamo i cookie per offrirti un'esperienza d'uso migliore. Scopri i dettagli

SERVIZIO CIVILE IN FONDAZIONE

Sostienici

Verso il prossimo bando: 84 giovani per il 2021

«Ci stiamo impegnando ancora di più, insieme agli operatori, per dare agli ospiti del Centro tutto il supporto necessario in queste settimane difficili…». Rehma è una ragazza che sta svolgendo servizio civile al Centro “Don Gnocchi” di Seregno. «Ho temuto che il progetto potesse interrompersi. È un’esperienza che mi sta facendo crescere e mi regala una gioia indescrivibile».
Anche quest’anno un gruppo di giovani sta prestando servizio civile nei Centri della Fondazione, accanto agli operatori e al servizio delle persone che assistiamo ogni giorno. Ci hanno scelto prima di questa pandemia, hanno confermato la loro presenza durante il lockdown e continuano a stare al nostro fianco volontariamente.
Il progetto 2020 della Fondazione Don Gnocchi (“Da vicino, nessuno è normale”) sta coinvolgendo 11 ragazzi a servizio di persone con disabilità nei Centri “S. Maria Nascente” e “Vismara” di Milano e nelle strutture di Seregno (MB), Falconara Marittima (AN) e Roma, per un impegno complessivo di 25 ore alla settimana.

Nonostante l’emergenza Covid, la Fondazione è inoltre riuscita a presentare al Dipartimento per le politiche giovanili e Servizio civile universale 14 nuovi progetti, richiedendo la disponibilità di 84 giovani per il prossimo anno.

Se i progetti della Fondazione (già tutti approvati) saranno finanziati, nel 2021 sarà possibile svolgere il servizio civile:
accanto agli anziani nei Centri di Milano-Girola, Seregno, Pessano con Bornago, Malnate, Salice Terme e Tricarico;
accanto ai disabili nei Centri di Firenze, La Spezia, Falconara, Roma-Provvidenza, Sant‘Angelo dei Lombardi, Torino e Rovato;
all’estero, nelle attività di solidarietà internazionale già in corso in Bolivia, Bosnia-Erzegovina ed Ecuador.

Per partecipare al prossimo bando il Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale informa che sarà necessario avere a disposizione l’identità digitale.
I giovani tra i 18 e i 28 anni che vorranno presentare domanda dovranno infatti utilizzare SPID per accedere alla piattaforma on-line DOL, lanciata lo scorso anno per consentire una candidatura al bando più veloce, semplice e trasparente. È importante, quindi, che tutti i giovani interessati al servizio civile universale si attivino sin da subito per acquisire la propria identità digitale, così da essere già pronti quando sarà pubblicato il bando.
SPID è il sistema unico di identità digitale che permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti con un'unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone.

CORONAVIRUS - AGGIORNAMENTO

Il Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale ha pubblicato il 14 ottobre 2020 la Circolare con le indicazioni sull’impiego degli operatori volontari del servizio civile universale nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, adottata alla luce della delibera del Consiglio dei ministri del 7 ottobre 2020 con la quale è stato prorogato, fino al 31 gennaio 2021, lo stato di emergenza.
La nuova Circolare informa che sono coerentemente prorogate fino al 31 gennaio 2021 tutte le indicazioni operative contenute nella Circolare del 31 luglio scorso, in relazione all’impiego dei volontari e, in tal senso, ove riportata la data del 15 ottobre 2020, essa va intesa come 31 gennaio 2021.

La finalità della circolare del 31 luglio era di favorire il percorso verso un'ordinarietà delle attività progettuali e raggiungere nel minor tempo possibile - e comunque entro e non oltre il termine dello stato di emergenza - il ripristino delle modalità originarie di attuazione dei progetti.
La Fondazione Don Gnocchi, ottemperando a quanto previsto dalle normative vigenti in termini di spostamenti, distanziamento sociale e disponibilità di dispositivi di protezione individuale, vede tutti i giovani del progetto “Da vicino nessuno è normale” impegnati direttamente sul campo.

Leggi la Circolare del 14 ottobre 2020
Aggiornamento dati sulla riattivazione dei progetti (15 settembre 2020)
Leggi la Circolare 31 luglio 2020
Leggi la Circolare 4 aprile 2020

Sono 18 i giovani che hanno iniziato nel 2020 il servizio civile in Fondazione Don Gnocchi nell’ambito del progetto “Da vicino nessuno è normale” (ambito disabilità), approvato e finanziato dal Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale e in corso di svolgimento in alcune strutture di Lombardia, Marche e Lazio (SCARICA QUI LA SINTESI DEL PROGETTO).

GUARDA L'ELENCO DEI CANDIDATI IDONEI
GUARDA L'ELENCO DEI CANDIDATI ESCLUSI

«Dopo la positiva esperienza dello scorso anno - sottolinea Lino Lacagnina, responsabile del Servizio volontariato e Servizio civile della Fondazione Don Gnocchi - siamo senz’altro molto soddisfatti anche dei risultati di questa nuova selezione. Dati e statistiche alla mano, i ragazzi che operano nelle strutture della Fondazione rappresentano una copertura di oltre il cinquanta per cento dei posti riconosciuti dallo Stato nel bando ed evidenziano una risposta decisamente positiva e in linea con i ritorni ottenuti in questa fase anche da altri operatori, se non addirittura superiore».

I progetti sono iniziati il 15 gennaio 2020, con un impegno complessivo di 1.145 ore, comprensive anche delle attività formative e a termini di legge i giovani hanno diritto a un compenso di 439,50 euro mensili, con la possibilità di usufruire di un pasto gratuito al giorno.

Il servizio civile in Fondazione Don Gnocchi

L’istituzione del servizio civile universale ha tra le proprie finalità la difesa non armata e non violenta della Patria, l'educazione, la pace tra i popoli, nonché la promozione dei valori fondativi della Repubblica, quali i diritti inviolabili dell’uomo, il diritto al lavoro, le attività che concorrono al progresso materiale o spirituale della società.
La Fondazione Don Gnocchi, nell’accreditarsi come ente di servizio civile universale, intende offrire un percorso di accompagnamento e di crescita formativa, professionale e di vita ai giovani, attraverso la conoscenza dei valori promossi dal fondatore e dell’opera che ne incarna l’eredità.

La Fondazione offre l’opportunità di vivere un’esperienza importante basata
• sul consolidamento della personalità;
• sulla solidarietà verso chi ha maggior bisogno (persone con disabilità, anziani non autosufficienti…).

servizio civile 2019 5 servizio civile 2019 7
servizio civile 2019 8 servizio civile 2019 6

Questi gli obiettivi principali del progetto:

  • incrementare il livello di inclusione nei servizi per persone con disabilità, sia diurne che residenziali, contaminando e coinvolgendo il territorio in iniziative e attività di carattere educativo, sportivo, culturale e ricreativo;
  • incrementare la capacità di cogliere quanto il territorio offra, in particolare in ambito educativo, ricreativo e sociale;
  • migliorare la risposta ai bisogni delle persone con disabilità, ampliando e sostenendo le attività dei laboratori e delle iniziative promosse dalle équipe di lavoro, puntando alla promozione delle autonomie e all'innalzamento della qualità della vita degli utenti e dei loro familiari.

VAI AL BANDO 2020

Per maggiori informazioni

Servizio Volontariato – Servizio Civile Fondazione Don Gnocchi
Milano, piazzale Rodolfo Morandi 6 (zona piazza Cavour, MM Turati o Palestro).
ORARI: DA LUNEDI' A VENERDI', DALLE ORE ORE 9 ALLE 17.30.
Referenti: Marina Simoncini - Elisa Kalaj
Tel. 02 38264696 - 02 76456803
Email: serviziocivile@dongnocchi.it.

-

LINK SERVIZIO CIVILE 2018