Logo Don Gnocchi e numero Verde

Dona ora

Una donazione può cambiare una vita
17 / nov / 2017

"Contate su di me". L'arcivescovo di Milano mons. Mario #Delpini, ha visitato il Centro IRCCS "S. Maria Nascente" d… https://t.co/o1UgPp3A2u

Cyberlegs, dispositivi robotici per far camminare gli amputati

 

Il Centro IRCCS Don Gnocchi di Firenze

Si è svolto il 16 e 17 febbraio scorso, presso il Centro IRCCS "Don Gnocchi" di Firenze il Meeting di avvio della nuova fase del Progetto CYBERLEGs, denominato “CYBERLEGs Plus Plus”. Si tratta di un progetto finanziato dalla Commissione Europea, di durata quadriennale, che svilupperà ulteriormente i risultati raggiunti nella prima fase, con l’obiettivo finale di restituire il cammino a persone debilitate e anziane che hanno subito l’amputazione dell’arto inferiore a livello transfemorale, attraverso l’utilizzo di sistemi robotici facili da indossare e completamente intelligenti.

Fino a questo momento è stato sviluppato e testato in laboratorio il prototipo di un dispositivo formato da una protesi e un’ortesi pelvica, entrambe motorizzate intelligenti ed in grado di comunicare tra loro, per ridurre, attraverso una camminata “assistita”, lo sforzo fisico e cognitivo nel cammino nei soggetti amputati.
 

CYBERLEGs Plus Plus è invece un progetto di innovazione traslazionale che si propone la sfida di migliorare ulteriormente i contenuti tecnologici delle varie componenti robotiche e soprattutto di trasferirne l’utilizzo nella pratica clinica riabilitativa. Questo avverrà attraverso degli studi clinici, condotti presso l’IRCCS "Don Gnocchi" di Firenze, nei quali i soggetti con amputazione transfemorale effettueranno un ciclo riabilitativo di training in ambulatorio e, per la prima volta, presso il proprio domicilio, in normali situazioni di vita quotidiana, come camminare in casa, sedersi o alzarsi da una sedia, salire e scendere le scale...


Oltre che dal Centro di Firenze della Fondazione Don Gnocchi, (referente Raffaele Molino Lova) gli enti partecipanti ai lavori saranno l’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, capofila di cui fa parte Nicola Vitiello, responsabile del Progetto, dal Centro per la Ricerca in Meccatronica dell’Università Cattolica di Lovanio (Belgio), dai Dipartimenti di Robotica e di Fisiologia Umana dell’Università Libera di Bruxelles (Belgio) e dal Laboratorio di Robotica dell’Università di Lubiana (Slovenia).

Un’importante novità è costituita dall’ingresso nel consorzio di due aziende: l’islandese OSSUR, leader mondiale nella produzione di protesi per l’arto inferiore, e IUVO S.r.l., una recente spin-off della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, nell’ottica di una futura produzione su scala industriale dei dispositivi. 

 

Il prototipo del sistema robotico Cyberlegs
Barra Ultime news
L'IRCCS di Milano in contatto telefonico con i malati di SLA

Grazie al progetto “Keep in Touch”, sarà possibile seguire a distanza il decorso della patologia e i bisogni dei pazienti.

Milano, il nuovo arcivescovo in visita alla Fondazione

Mons, Delpini ha incontrato dirigenti, operatori e pazienti del Centro "S. Maria Nascente". L'abbraccio ai disabili in santuario.

Innovazione in riabilitazione al Festival di "Altroconsumo"

La Fondazione ha partecipato all’evento milanese con uno stand su "Teleriabilitazione domiciliare" e "CareLab".

SIVA, le news dal portale

La newsletter di novembre con le principali novità dal sito della Fondazione dedicato alle tecnologie per la disabilità e l'autonomia.

Firenze, inaugurato il nuovo reparto per bambini

Taglio del nastro il 27 ottobre per la nuova Unità di riabilitazione per gravi disabilità dell’età evolutiva al Centro Irccs “Don Carlo Gnocchi”.

La Don Gnocchi in lutto per la scomparsa del prof. Veicsteinas

Direttore per trent'anni del Centro di Medicina Sportiva dell'IRCCS di Milano, si è spento per l'aggravarsi di una malattia.