x Come molti siti, utiliziamo i cookie per offrirti un'esperienza d'uso migliore. Scopri i dettagli

LINEA DI RICERCA 5

La ricerca corrente

Riabilitazione della disabilità di origine cardiorespiratoria

Responsabile scientifico: prof. Claudio Macchi
 
Questa Linea di ricerca ha come oggetto i pazienti con disabilità transitorie o permanenti di origine cardio-respiratoria e gli interventi atti a ottimizzarne lo stato fisico, psicologico e sociale, a stabilizzare o rallentare l’evoluzione della malattia di base e a ridurre la frequenza delle riacutizzazioni delle patologie croniche.

Le principali tematiche affrontate includono:
epidemiologia della disabilità cardio-respiratoria e non, nei soggetti anziani;

  • controllo dei fattori di rischio cardio-respiratorio e dei fattori emoreologici e aterotrombotici attraverso l’alimentazione;
  • identificazione e verifica di efficacia di interventi idonei a promuovere il recupero funzionale attraverso lo studio della fisiopatologia dell’esercizio (ventilazione, scambi gassosi, cinematica della gabbia toracica, dispendio energetico ecc.) e della fisiopatologia della fonazione e della deglutizione (ventilazione, attivazione neuromuscolare ecc.);
  • studi interdisciplinari su tematiche tipicamente cardio-respiratorie nei pazienti con malattie neurologiche (SLA, SM) e nei portatori di protesi dell’arto inferiore per amputazione transfemorale.

Obiettivi

  • Identificazione di nuove strategie da implementare sul territorio per ridurre la prevalenza della disabilità da causa cardio-respiratoria e non, nei soggetti anziani.
  • Formulazione di percorsi nutrizionali per il controllo dei fattori di rischio cardio-respiratorio.
  • Introduzione di tecniche innovative di trattamento riabilitativo attraverso le quali sia possibile ottenere un miglior recupero funzionale, documentabile sulla base di scale validate e con la messa a punto di un sistema di valutazione dei costi benefici delle attività terapeutiche in termini di giornate di degenza, tempi di trattamento, risorse impiegate, frequenza delle riacutizzazioni delle patologie croniche.