x Come molti siti, utiliziamo i cookie per offrirti un'esperienza d'uso migliore. Scopri i dettagli

LINEA DI RICERCA 1

La ricerca corrente

Tecnologie per la riabilitazione e l'integrazione sociale

Responsabile scientifico: ing. Maurizio Ferrarin

La Linea si propone di studiare, sviluppare e validare sul piano clinico metodi, strumenti innovativi, modelli matematici, algoritmi e software in ambito bioingegneristico e biofisico.

La Linea si suddivide in 5 settori:

  • Bioingegneria del Sistema Cardiorespiratorio, Sistemi Indossabili e Telemedicina: sviluppo di dispositivi indossabili, modelli matematici e procedure software per la rilevazione e analisi dei segnali cardiovascolari e progettazione di sistemi di telemedicina;
  • Bioingegneria Applicata al Sistema Nervoso e Muscolo-Scheletrico: analisi strumentale del movimento, tecnologie innovative per la riabilitazione neuromotoria e metodi per la valutazione e riabilitazione dei disturbi cognitivi;
  • Tecniche Avanzate per l’Analisi e il Trattamento di Biosegnali: sviluppo, messa a punto e interpretazione clinica di algoritmi e metodi innovativi per l’analisi di segnali biologici;
  • Nanomedicina e Biofotonica Clinica: applicazione delle nanotecnologie e delle spettroscopie molecolari avanzate per applicazioni diagnostiche e terapeutiche;
  • Tecnologie Assistive, Domotica e Ambient Assisted Living: metodologie per la sostenibilità assistenziale e l’autonomia delle persone con disabilità nel proprio ambiente di vita e per la loro integrazione nella scuola, nel lavoro e nella società.

Obiettivi

  • Ideazione e validazione di nuovi metodi per monitorare lo stato di salute del paziente e l’efficacia di trattamenti riabilitativi in ambito neuromotorio, cognitivo e cardiorespiratorio.
  • Sviluppo di strumenti innovativi per la riabilitazione neuromotoria, cognitiva e cardiorespiratoria.
  • Sviluppo di un osservatorio (portale web) delle tecnologie assistive presenti sul mercato, con strumenti per la valutazione della loro efficacia e appropriatezza.
  • Miglioramento della capacità diagnostica in termini di sensibilità e specificità rispetto a tecniche tradizionali.