Logo Don Gnocchi e numero Verde

Dona ora

Una donazione può cambiare una vita
29 / mar / 2017

L'esercizio dell'autorità richiede un adeguato concetto della persona umana. #pilloledongnocchi

Pedagogia del dolore innocente

Pedagogia del dolore innocente


"Pedagogia del dolore innocente" apparve in prima edizione a poche ore dalla morte di don Carlo Gnocchi, avvenuta a Milano, il 28 febbraio 1956. La folla che ne visitò la salma, esposta a Milano, nella chiesa di San Bernardino alle Ossa, e la accompagnò verso il Duomo, ove lo attendeva il suo arcivescovo, l'amico Giovanni Battista Montini, per la celebrazione dei solenni funerali, ebbe tra le mani questo piccolo, prezioso libro. Poté così conoscere il testamento di don Carlo, la forma matura - tanto più perché estrema - del suo cammino spirituale.

Nell'edizione pubblicata da San Paolo in occasione del 60esimo anniversario di morte dell'apostolo dell'infanzia mutilata (grazie al prezioso contributo della Fondazione Cariplo), il testo è impreziosito dalle autorevoli riflessioni sul dolore innocente dell'arcivescovo di Milano, Angelo Scola, e del filosofo Salvatore Natoli.

«Il problema del dolore, di quello innocente in particolar modo - scrive nella prefazione il presidente della Fondazione Don Gnocchi, monsignor Angelo Bazzari - era sentito in maniera acuta da don Carlo Gnocchi. Il “padre dei mutilatini” dedicò l’intera vita a combatterlo scientificamente, a lenirlo concretamente e a sublimarlo spiritualmente. Come per Giobbe, per i grandi tragici dell’antichità e per i pensatori di ogni tempo lo scandalo del dolore innocente non ha cessato di inquietare don Carlo fino alla fine. L’ultimo suo scritto è infatti dedicato alla “Pedagogia del dolore innocente”, le cui bozze sono state completate sul letto di morte. Il dolore, infatti, come ben evidenziato in questo scritto, suscita due contrastanti interpretazioni: enigma per il non credente, mistero per chi si affida a Dio».


Leggi la prefazione di mons. Angelo Bazzari


<< Torna indietro
Barra Ultime news
Sessanta persone con disabilità all'incontro con papa Francesco

Folta la delegazione della Fondazione Don Gnocchi (310 persone) alla Messa presieduta dal pontefice al parco di Monza.

SIVA, le news dal portale

La newsletter di aprile con le principali novità dal sito della Fondazione dedicato alle tecnologie per la disabilità e l'autonomia.

Firenze, al via un nuovo reparto per la riabilitazione pediatrica

All'Irccs "Don Gnocchi" progetto con il Meyer per attivare percorsi riabilitativi per bambini con gravi disabilità neurologiche.

Cyberlegs, dispositivi robotici per far camminare gli amputati

Presentata all'Irccs "Don Gnocchi" di Firenze la seconda fase del progetto europeo. Capofila la Scuola Sant'Anna di Pisa.

Progetto GOAL, "serious game" contro il decadimento cognitivo

Presentato a Firenze, ha l'obiettivo di attivare e sostenere la memoria e la capacità di orientamento nelle persone anziane.

Disabili, "ricoveri di sollievo" per dare sostegno alle famiglie

Attivati all'Irccs “S. Maria Nascente” di Milano posti letto per periodi temporanei di distacco per esigenze o emergenze familiari.