Logo Don Gnocchi e numero Verde

Dona ora

Una donazione può cambiare una vita
29 / mar / 2017

L'esercizio dell'autorità richiede un adeguato concetto della persona umana. #pilloledongnocchi

Don Gnocchi, una vita spesa per gli altri

Biografia a fumetti di don Gnocchi


«Cari ragazzi, questa è la storia di un grande “allenatore”. La sua squadra era composta da bambini e ragazzi vittime della brutalità della guerra: senza gambe, senza braccia, ciechi… Ogni giorno per loro era come giocare la partita della vita. Si affidarono, fiduciosi, al loro amato “maestro”, che li raccolse per l’Italia, li curò nei propri Centri, li fece studiare e insegnò loro un lavoro, perché potessero tornare alle proprie case, formarsi una famiglie e vivere felici. Quell’”allenatore”, quel prete straordinario, si chiamava don Carlo Gnocchi ed è passato alla storia come il “papà dei mutilatini”: il 25 ottobre 2009 è stato solennemente proclamato beato e speriamo possa presto diventare santo…».

Sono le parole scritte da Antonio Conte, già commissario tecnico della nazionale di calcio, che introducono la nuova edizione 2016 del volume a fumetti sulla vita del beato don Gnocchi (Edizioni San Paolo, 80 pagine, 10 euro), ristampato grazie a un contributo di Fondazione Cariplo. Il titolo Don Gnocchi, una vita spesa per gli altri, mette bene in evidenza il rapporto fra don Carlo e i giovani. Un binomio che ha contrassegnato non solo la sua vita terrena, ma che continua oggi attraverso diverse pubblicazioni dedicate proprio ai ragazzi. Tutte incentrate sul racconto della figura di questo grande uomo, eroe di altri tempi, testimone straordinario ed eccezionale amico dei giovani e non solo.

«Oggi – scrive ancora Conte – la Fondazione che porta il suo nome opera in 28 Centri in Italia e all’estero, dove continua ad accogliere e curare bambini e ragazzi con disabilità, oltre ad anziani, spesso gravemente ammalati, e persone in condizioni di fragilità. Sono stato con loro e ho capito che se stiamo vicini alla Fondazione Don Gnocchi questi ragazzi potranno continuare a giocare la loro difficile partita ogni giorno. E vincerla!».

Aggiunge nella prefazione monsignor Angelo Bazzari, già presidente della Fondazione Don Gnocchi: «Don Carlo fu un grande prete e un grande uomo: in questo fumetto, vogliamo raccontarvi la sua storia, perché anche voi possiate volergli bene come lui ne volle ai suoi ragazzi. Alla piccola Luisa, un giorno, scrisse sul diario questa bellissima dedica: “Cerca di fare tanto bene nella vita e finirai anche per stare tanto bene”».

Le tavole sono firmate da Sergio Toppi, uno dei maestri del fumetto italiano, con sceneggiatura di Beppe Ramello. Una ricca appendice finale riprende uno struggente scritto dello stesso don Carlo a proposito dei “bambini di guerra”, insieme alle tappe principali della sua vita, ad alcuni suoi pensieri dedicati ai giovani e a una scheda sulle attività di oggi della Fondazione che in Italia e nel mondo ne prosegue la missione.

Un testo capace di avvicinare i più piccoli al carisma dello straordinario educatore quale fu il beato don Carlo Gnocchi e al suo impegno verso i meno fortunati - lezione valida ancora oggi - facilitandone la conoscenza e l’approfondimento grazie al linguaggio preferito dai ragazzi stessi: il fumetto.

Per informazioni o per l’acquisto di copie del volume è possibile contattare la Fondazione Don Gnocchi (02.40308938 - ufficiostampa@dongnocchi.it) o da marzo 2017 la libreria San Paolo.


<< Torna indietro
Barra Ultime news
Sessanta persone con disabilità all'incontro con papa Francesco

Folta la delegazione della Fondazione Don Gnocchi (310 persone) alla Messa presieduta dal pontefice al parco di Monza.

SIVA, le news dal portale

La newsletter di aprile con le principali novità dal sito della Fondazione dedicato alle tecnologie per la disabilità e l'autonomia.

Firenze, al via un nuovo reparto per la riabilitazione pediatrica

All'Irccs "Don Gnocchi" progetto con il Meyer per attivare percorsi riabilitativi per bambini con gravi disabilità neurologiche.

Cyberlegs, dispositivi robotici per far camminare gli amputati

Presentata all'Irccs "Don Gnocchi" di Firenze la seconda fase del progetto europeo. Capofila la Scuola Sant'Anna di Pisa.

Progetto GOAL, "serious game" contro il decadimento cognitivo

Presentato a Firenze, ha l'obiettivo di attivare e sostenere la memoria e la capacità di orientamento nelle persone anziane.

Disabili, "ricoveri di sollievo" per dare sostegno alle famiglie

Attivati all'Irccs “S. Maria Nascente” di Milano posti letto per periodi temporanei di distacco per esigenze o emergenze familiari.